Privacy Policy>

Valter Carignano 
Cantante, attore, autore, divulgatore. Corsi di Canto Classico e Moderno, Fisiologia Vocale, Scrittura Creativa per Narrativa e Teatro, Storia del Teatro.


È da molti anni maestro di canto lirico, barocco e moderno (jazz, pop, rock, metal ecc.), dal livello base al perfezionamento. Sono davvero molti i suoi allievi diventati professionisti, alcuni potete trovarli qui.
Utilizza un metodo d'insegnamento del canto specifico, che parte dal rilassamento e dalla fisiologia in relazione alle esigenze vocali dei diversi generi e stili di canto. Permette di ottenere 
risultati chiari in breve tempo, e miglioramenti costanti. Ogni problema o dubbio viene affrontato e spiegato all'allievo in termini chiari, univoci e comprensibili. Su questo sito, tiene una rubrica dedicata alle tecnica del canto classico e moderno e alle più frequenti Domande e Risposte sul Canto

Valter Carignano attualmente collabora in maniera esclusiva con l'associazione L'Opera Rinata. In passato, ha lavorato  fra l'altro per l'Istituzione MusicaTeatro di Moncalieri e per l'Istituzione Scuola Civica di Musica 'Vallotti' di Vercelli. Ha tenuto e tiene corsi di alto perfezionamento di canto  in Italia e in Corea. Collabora da anni come conferenziere e divulgatore in ambito musicale e teatrale con La Feltrinelli. È stato in giuria di importanti concorsi nazionali e internazionali di canto, sia moderno che lirico (Sanremo Giovani, TourMusic Fest, NovaMusica, Concorso Lirico 'Terre dei Fieschi', Concorso Opera Rinata)

Vocal Coach
Lavora come  vocal coach per produzioni discografiche moderne o progetti specifici. Fra quelli seguiti negli ultimi mesi: il cd d'esordio di 
Maria Russell  (cantautrice pop-folk, repertorio tradizionale siciliano), Revenge of Soul degli Oniricide con  la cantante solista Mara 'Cek' Cecconato (metal-prog-sinfonico),  la preparazione vocale per i singoli di Alexio  (pop elettronico).

Tecniche vocali riabilitative
Collabora con foniatri e logopedisti, facendo lezioni di canto e di rieducazione vocale come supporto alle tecniche vocali riabilitative nei casi di stanchezza vocale, perdita della voce, noduli.

Cantante
Basso-baritono, ha interpretato ruoli principali in Italia, Francia, Spagna, Germania, Svizzera, Sud America, Corea. Fra i ruoli che ha sostenuto più frequentemente: Scarpia nella Tosca, Marcello e Schaunard nella Bohème di Puccini, Macbeth nel Macbeth, Monterone nel Rigoletto, Bartolo e Basilio nel Barbiere di Siviglia, Don Magnifico in Cenerentola, Dulcamara nell'Elisir d'Amore, Figaro nelle Nozze di Figaro, Don Giovanni e Leporello nel Don Giovanni. Nel repertorio cameristico ha interpretato fra laltro in diverse occasioni i cicli Winterreise di F. Schubert, Don Quichotte à Dulcinée di M. Ravel, Folk American Songs di A. Copland. 
Ha inciso due cd completi per la casa editrice Ricordi e, insieme alla pianista Michela Varda, un cd dedicato ai brani di F.P. Tosti su poesie di G. D'Annunzio. Il cd è  disponibile su Spotify e Itunes.

Qui potete ascoltare qualche sua registrazione:
- W.A.Mozart: Don Giovanni. Aria
Fin c'han del vino
- G.Rossini: Cenerentola. Aria Miei rampolli femminini
- F.P.Tosti: Ninna Nanna (pianista: Michela Varda)
- S.Gastaldon:
Musica Proibita (live dicembre 2012)

Metodo d'insegnamento del canto
Il suo metodo di insegnamento del canto si basa sul rilassamento e sulla conoscenza della fisiologia. Ogni allievo viene seguito individualmente, e la sua voce viene sviluppata in relazione al genere musicale scelto. 

'Innanzitutto, occorre spiegare le cose in modo chiaro, senza affidarsi a termini 'magici' come 'la voce che esce dalla testa', 'l'ancoraggio', 'il suono avanti o indietro', che possono significare tutto e il contrario di tutto.
Poi, lavorare per eliminare il più possibile le tensioni muscolari. Questo è un principio che vale per ogni disciplina e anche nella vita di tutti i giorni, come tutti sanno; purtroppo, molte metodologie d'insegnamento del canto non solo dimenticano questo fatto fondamentale, ma basano la loro tecnica proprio sulla creazione di tensioni. Le tensioni provocheranno un minore controllo della propria voce, una limitazione dell'espressività e -  prima o poi - anche stanchezza e perdita della voce.
La conoscenza della fisiologia del nostro organo vocale, di come funziona il nostro corpo quando cantiamo, ci aiuta a comprendere con sicurezza quale sia il modo corretto di cantare. 
Ma non dobbiamo assolutamente mai dimenticare che il nostro cervello compie milioni di operazioni senza  la necessità del nostro controllo diretto, e un tale controllo è di fatto impossibile. Per esempio, io sto scrivendo sulla tastiera, ma non penso a ogni tendine del braccio e delle dita, alla coordinazione occhio-dita e via di seguito.  Questo è molto importante anche per il canto, ed evita di far perdere tempo nel tentativo di controllare coscientemente muscoli sui quali in realtà non possiamo agire in maniera analitica.
 
Questi principi generali valgono per qualunque tipo di canto si voglia affrontare, anche se il percorso e lo studio saranno diversi e personalizzati, perché diverso è il suono che cantanti di genere diverso (per esempio lirico, pop, metal o blues) vogliono e devono ottenere.' (Valter Carignano)

È anche autore teatrale e di narrativa e insegnante dei Corsi di Scrittura Creativa.


Privacy Policy