Privacy Policy>

Stupidario del Canto - 
com'è bello urlare a squarciagola

Ero indeciso su quale dovesse essere il primo post del 2018 di questo blog, ma la rete mi viene - purtroppo - in aiuto. 
Mi capita di aprire una pagina su WikiHow che parla di canto, e non so se ridere o piangere. Ne apro anche altre, pensando che sia un caso. Non lo è, si va di male in peggio. Discutere se l'idea della piattaforma sia buona o cattiva non m'interessa e mi porterebbe troppo lontano, preferisco dedicarmi a compilare un altro 'stupidario del canto', come ho fatto per esempio qui o anche qui. Nel mio piccolo, spero di poter essere utile e di evitare a qualcuno problemi vocali anche gravi e perdita della voce.

Il titolo dell'articolo è molto promettente: Come diventare una cantante dalla voce bella e potente. Perbacco, vuoi vedere che c'è un segreto, un po' come diventare ricchi senza lavorare, una di quelle cose che noi poveracci non abbiamo mai capito e crediamo si debba studiare e sudare?
Ma cominciano subito i guai. Per l'autore, voce 'potente' (qualunque cosa significhi) vuol dire 'cantare a squarciagola'. Dice davvero così, non me lo sto inventando: squarciagola!
Subito dopo fa degli esempi: Whitney Houston cantava sempre a squarciagola (parole testuali, aiutooooo!) mentre Christina Aguilera urla in maniera intermittente'. Christina Aguilera urla? E in maniera 'intermittente', tipo sirena d'allarme? 
A questo punto mi viene il dubbio che si tratti di un articolo comico, ma purtroppo non è così.

La confusione dell'autore continua quando definisce Celine Dion cantante lirica. Sarà, ma io non me la vedo a cantare Tosca oppure Il Barbiere di Siviglia... e nemmeno lei ci si vede, infatti canta international pop e non lirica. Ma per l'autore dell'articolo questo non ha importanza: secondo lui, Celine Dion è una cantante lirica e basta: 'la voce dei cantanti lirici è dotata di enorme potenza, sebbene talvolta possa risultare troppo sottile da ascoltare (prendi ad esempio Celine Dion)' (cit.)
Continuiamo, perché - si sa - il peggio non è mai morto.
Qualche riga dopo si arriva 'alla parte più divertente: cantare a squarciagola!' (cito sempre, purtroppo). Però in questo istante un barlume divino sembra attraversare la mente dell'autore, che dice che è importante 'respirare bene'. Però non solo non spiega nulla della respirazione, ma dice che 'la regola generale è non contrarre troppo il diaframma' (cit.). Ora,  il diaframma è un muscolo automatico e involontario, e quindi non posso decidere di contrarlo o rilassarlo a comando.  Già solo questa frase basta a far capire che di respirazione purtroppo l'autore non sa assolutamente nulla. Se volete, un po' d'informazioni le potete trovare qui.

Alla fine, l'autore però dice che 'Cantare intensamente in maniera errata può provocare danni vocali a lungo termine, quindi se ci credi veramente e vuoi conservare la voce prendi qualche lezione' (cit.). 
Cioè, come dire, se proprio non ti basta quello che ti ho detto io, che però dovrebbe già esserti sufficiente, due o tre lezioni prendile. Non di più, che sono inutili, giusto qualcuna... cosa credi, che Celine Dion (la nota cantante lirica) o Christina Aguilera (quella che urla in maniera intermittente) abbiano studiato di più? Ma va, due lezioni e via, cosa stai a perdere tempo e soldi. I palcoscenici di tutto il mondo ti aspettano!

Vorrei continuare, ma subito sotto l'articolo c'è un link a un'altra perla di saggezza, intitolata 'come imparare a cantare senza prendere lezioni'.
Vabbè. 



Privacy Policy